Ad una settimana esatta dalla “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulla donna” si è svolto, presso l’auditorium “Buonocore” dell’I.I.S.S. “Amato Vetrano” di Sciacca, il convegno “Stop alla violenza sulle donne- ogni giorno tutti i giorni”.

La moderatrice, prof.ssa Francesca Barone, docente di lettere, ha organizzato l’evento in collaborazione con la prof.ssa Grazia Vetrano, nella giornata del 2 Dicembre, perché non solo il 25 Novembre ma tutti i giorni si deve “operare” per sensibilizzare l’opinione pubblica al problema della violenza sulla donna.

In particolare le scuole, luoghi di formazione per eccellenza, si devono impegnare in questo compito, promuovendo la conoscenza del fenomeno, le cause, l’origine, le forme. Esso è molto grave e complesso e si mostra non solo nelle manifestazioni più estreme e tragicamente note attraverso i media ma anche in quelle sottaciute che si dipanano nelle “serene” mura domestiche, a danno di donne sottomesse psicologicamente, sminuite nel loro valore, mortificate.

La nostra società è ancora legata a schemi mentali arcaici che considerano la donna come essere inferiore, come peccatrice, pertanto l’uomo si sente legittimato a sopraffarla, a “punirla”.

Solo attraverso la conoscenza, la comprensione, l’argomentazione si possono scardinare quegli schemi mentali che stanno alla base di tanti comportamenti scorretti, andare verso la parità di genere e la fine di atteggiamenti discriminatori e violenti nei confronti della donna.

Hanno assistito al convegno gli alunni di alcune classi del biennio e gli alunni di tutte le IV e V degli indirizzi SEOA e AAA del nostro Istituto.

Dopo i saluti e l’accoglienza della D.S. Prof.ssa Caterina Mulè, alcuni alunni delle classi IV C, V G, II A, protagonisti oltre che spettatori, hanno letto e interpretato dei testi giuridici e letterari pertinenti, ponendo infine dei quesiti agli esperti intervenuti.

Ad arricchire il patrimonio culturale ed emotivo degli alunni presenti alla manifestazione, hanno contribuito la Dott.ssa Elina Salomone,  psicologa dello sportello antiviolenza “FENICE”, aperto presso la Procura della Repubblica di Sciacca; la Dott.ssa Evelina Bono, psicologa dello sportello “Spazio noi”, attivo presso il nostro Istituto;  la prof.ssa Gisella Mondino, scrittrice e vicesindaco di Sciacca; il Preside e scrittore Enzo Randazzo.

I professionisti,  che per ruoli e funzioni diverse questo fenomeno lo conoscono, lo affrontano e lo combattono, hanno interagito con i nostri alunni, rispondendo alle domande scaturite dalle letture e riflettendo insieme sulla tematica.

Inoltre particolarmente toccante e significativa è stata la testimonianza della giovane D., accompagnata dalla signora Anna Campo, responsabile del centro che l’ha accolta qualche anno fa. D., proveniente dalla Nigeria, ha raccontato la terribile esperienza vissuta nel suo paese di origine e il difficile viaggio affrontato per giungere in Italia. Una storia di violenza, ma una storia anche di coraggio, di voglia di vivere, di libertà.

L’accoglienza degli ospiti è stata curata dal Prof. Fabrizio Ricotta con un gruppo scelto di Studenti.

Alla fine della manifestazione gli ospiti intervenuti si sono intrattenuti nella “Sala A – Ristorante” per un momento conviviale.

 

prof.ssa Francesca Barone

Docente di Lettere dell’Istituto “Amato Vetrano”

 

IMG_8556

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *